Infiltrazioni e macchie di umidità: risarcisce il Condominio se...

 

Spesso si verificano casi di infiltrazioni di acqua negli appartamenti, che portano in molti casi alla formazione di quelle fastidiose macchie di umidità sulle pareti che nessuno vorrebbe vedere in casa propria.

Ad esserne “vittime” il più delle volte, sono gli appartamenti sottostanti al lastrico solare (ovvero la struttura piana posta a copertura dell’edificio), quando quest’ultimo risulta essere sprovvisto di una periodica manutenzione, consistente in opere di impermeabilizzazione.

A chi va la colpa dei mancati lavori di manutenzione? Chi paga i danni al condomino che viene danneggiato dalle infiltrazioni d’acqua provocando macchie di umidità nel suo appartamento?

La risposta la troviamo in una sentenza della Cassazione di pochi giorni fa (8 maggio) , nella quale si evince che la gestione e la cura del lastrico solare è affidata all’intero condominio. Di conseguenza, la colpa dei danni derivanti dalla mancata manutenzione e impermeabilizzazione è da attribuire al condominio stesso, che accertata la responsabilità, è tenuto a risarcire il condomino leso.

Si tratta, secondo la Corte, di un atto imprudente e negligente sottovalutare le leggi e le comuni regole di prudenza, diligenza e perizia, che se venissero difatti rispettate non ci si troverebbe davanti a tali problematiche e si ridurrebbero sensibilmente i casi di infiltrazioni di acqua e umidità.

Per concludere, ci affidiamo all’aforisma “Prevenire è meglio che curare”, vecchio ma allo stesso tempo sempre attuale, sperando che in molti possano prenderlo in considerazione per non incorrere in spiacevoli casi, come quello appena letto.

A cura del Centro Studi.

Studio Scarano srl